lunedì 29 giugno 2015

INTERVISTA A ELENA RUSSIELLO



Ciao Elena, benvenuta nel mio blog. Raccontaci qualcosa di te.

Ciao Linda e grazie per avermi ospitata qui. Sono molto felice e onorata! Ho ventisette anni e vivo a Roma da sempre. Sono una ragazza normale, sognatrice ed idealista. Adoro leggere, l'ho sempre fatto fin da piccola. Insieme alla lettura è nata la passione per la scrittura. Quando c'era un tema da fare a scuola io ero sempre la più contenta. Ero un vulcano di idee.

Il diploma come ragioniere e perito commerciale e il lavoro. Dove trovi il tempo per scrivere e come si è accesa in te la scintilla della scrittura?

Ho sempre lavorato, fin da quando sono uscita dal liceo. Ho provato ad andare all'università ma studiare e lavorare mi era impossibile e dovendo scegliere ho scelto il lavoro. Poi due anni fa per riduzione di organico sono stata licenziata e da allora ho ripreso in mano un vecchio scritto, una cosa che avevo cominciato anni prima, e non mi sono più fermata.

Dichiari: ‘Qualsiasi cosa succeda dalla vita non bisogna mai arrendersi.’ Approfondiamo questo concetto.

Assolutamente sì. Credo sia la cosa più importante, se ti arrendi è finita, smetti di vivere davvero. Credo che a tutti sia capitato un periodo no, quello buio da cui non sai se sarai in grado di rialzarti. Ecco, io ho puntato su questo. Ho basato questa Saga su dei temi forti, dosati essendo all'interno dei romanzi rosa, ma che vogliono lanciare questi messaggio. Anche il nome della Saga "Live" è stato pensato di proposito.

Quale libro riposa sul tuo comodino e qual è il libro dal quale non ti separeresti mai?

Ho appena finito di leggere la trilogia della Malpas, e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Credo sia il più bel libro che ho letto di quel genere. Il libro dal quale non mi separerei... non lo so, però ti posso dire che mi è capitato di rileggere più volte i libri della Lynn e della Hoover. Forse loro non potrebbero mai mancare nella mia libreria.

Gestisci il blog “Lo scrigno delle passioni”, collegato all’omonimo gruppo Facebook. Di cosa si occupa nello specifico?

Tutto è nato per gioco. Elisa Locatelli un giorno mi ha scritto dicendomi se volevo amministrare con lei il gruppo ed io ho accettato. Non sapevo nemmeno da che parte cominciare, poi però ho preso il via e non mi sono fermata :) Il gruppo e il blog nascono con l'intento di creare uno spazio senza sgambetti e litigate, dove le autrici, le lettrici ma in generale tutte le persone appassionate, si confrontano e si ritrovano. Con il tempo poi sta diventando un gruppo di sostegno, di aiuto. Da autrice so quanto è difficile farsi conoscere e non tutti sono disposti ad aiutarti. Ho deciso di provare a farlo io, mettendo anche da parte me e miei libri e provando a creare gare e interviste. Credo sia importante prima di conoscere l'autrice, conoscere la persona.

Partecipi al concorso letterario indetto dalla Panesi Edizioni con il racconto “Quando meno te lo aspetti”  e la tua opera viene inserita nell’antologia “Racconti di Primavera”. Cosa ricordi di questa esperienza?

E' stato il primo concorso a cui ho partecipato ed ero emozionata e in ansia. Speravo di riuscire a vincere ma dall'altra ero sicura di non farcela. Quando poi ho visto il mio nome tra i vincitori ho cominciato a saltellare in giro per casa :) Ho scritto quel racconto in una settimana, ma poi l'ho dovuto riadattare perché era più lungo di quello che richiedevano loro. Modificarlo è stato un po' più difficile, ma devo ammettere che sono davvero soddisfatta!

Nell’agosto 2014 esordisci con il primo volume della saga “Live” dal titolo “Ricomincio da me”. Di cosa si tratta?

E' la storia di una vita. Una ragazza che crede di avere una vita felice, perfetta e che in poco tempo viene distrutta. C'è una parte reale, romanzata e l'altra di fantasia. In ogni mio racconto troverete una parte di me :) Già leggendo la sinossi (e sono una frana a scriverle) si capisce la lotta interna che la protagonista, Elly, ha per riuscire a superare il passato e vivere non solo il futuro, ma soprattutto il presente.

E nel settembre dello stesso anno esce il secondo volume “Aspettavo noi”. Daccene un assaggio.

"Aspettavo noi" quella che io definisco la mia sfida personale. Mettermi nei panni di un uomo e raccontare le sue paure, il rapporto con una ragazza, con la famiglia e con gli amici. Tutto ruota attorno a lui, ho fatto sì che non ci fossero troppe ripetizioni con Ricomincio da me ma che si avesse la sensazione di leggere una storia diversa ma parallela alla prima.

Nel gennaio 2015 pubblichi il terzo volume “Il mio inizio e la mia fine.” Parlacene.

Questo romanzo non doveva esserci. Sara e Tommaso dovevano essere solo una spalla per i personaggi di Elly e Riccardo, ma poi mi sono detta: cavolo loro sono fantastici! Ed eccoli qui, con un passato tutto loro, con una forza, un carattere e uno stile di vita diverso dai loro amici. Mi spaventava soprattutto il personaggio di lui, perché Riccardo era stato definito da alcuni l'anti-protagonista, diverso da quelli che di solito si leggono, e pensavo che Tommaso non reggesse il confronto. Mi sono ritrovata invece con delle fan sfegatate di Tommaso, che volevano altre storie su di lui.

E in aprile esce il volume conclusivo “Stai con me.” Cosa troveranno i lettori al suo interno?

E' la fine, la degna conclusione al percorso dei miei personaggi e al mio. Sentivo che era giusto per me scrivere questa storia e vi lascio immaginare le lacrime, anche durante i ringraziamenti. Anche dopo questo alcune persone mi hanno chiesto ancora di più, vi lascio indovinare su chi. Vi svelo che mi avete convinta, quindi aspettatevi il ritorno di qualcuno.



http://www.amazon.it/Stai-me-Live-Vol-4-ebook/dp/B00W19QY8K


Perché una saga e perché il romance?

L'idea della Saga è venuta mentre scrivevo il finale del primo romanzo. Ho giurato a me stessa che se fosse andato bene "Ricomincio da me" avrei continuato e così ho fatto. Ho dato il giusto spazio a tutti. Ho preferito scrivere quattro libri piuttosto che scriverne uno di 500 pagine e poi fare “casini”. Mi conosco ahahah
Credo che avendo letto così tanti romanzi rosa mi venga naturale :)

Quale messaggio hai voluto trasmettere e quali tematiche affronti?

A costo di fare mega spoiler ve lo dico :) Nel primo la tematica è quella dell'aborto e del tradimento, nel secondo dell'alcool e della morte, nel terzo dell'abbandono e nell'ultimo della fiducia.
Il messaggio come vi dicevo è: Qualsiasi cosa succeda nella vita, vivi.

Hai qualche altro progetto in cantiere? 

Come ti ho accennato prima intanto aspettatevi un ritorno :) A settembre pubblicherò una commedia leggera dal titolo "Un principe quasi azzurro". Vorrei anche scrivere un racconto di Natale, sarebbe carino no? E per ultimo c'è un romanzo di cui non svelo nulla... Insomma potrete sentire parlare ancora di me ahahahah

E’ stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo per tutto!

Grazie a te, Linda. E' stato un immenso piacere!

Per seguire Elena  ELENA RUSSIELLO

2 commenti:

  1. Grazie Linda per l'ospitalità :) Mi sono divertita tantissimo a rispondere alle tue domande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te è stato bello ospitarti <3

      Elimina