venerdì 8 novembre 2013

L'artista che c'è in te - INTERVISTA A ELISABETTA BALDAN

Salve ragazzi, eccoci al secondo appuntamento per scoprire i talenti che si nascondono dietro alla realizzazione di un romanzo. Oggi è il turno della bravissima Elisabetta Baldan, nonché grafica ufficiale della Butterfly Edizioni e creatrice della cover del mio ultimo romanzo "Il profumo del sud".
Questa ragazza è senza dubbio da tenere d'occhio, ha un futuro promettente in questo campo e merita tutta l'attenzione possibile. Ma andiamo a conoscerla un po' meglio.

Ciao Elisabetta, benvenuta nel mio blog. Tre aggettivi per definirti.

Ciao a tutti! Accidenti, iniziamo subito con le domande difficili. Dunque:  ipersensibile, lunatica, vivace.

Lavori come impiegata full-time, vivi con 15 gatti e sei un’attiva lettrice. Ma c’è un'altra passione in te ben radicata: la digital-art. Quando hai sentito nascere in te il forte desiderio, che io definirei ‘vocazione’, di dedicarti alla grafica?

Il termine “vocazione” mi piace e molto! Fin da piccola adoravo disegnare. Matite gomme e pastelli sempre sparsi in giro per la camera. Circa 7 anni fa, mio padre installò una delle primissime versioni di Adobe Photoshop ma non fu amore a prima vista, lo ammetto. Fu piuttosto un coinvolgimento graduale e frammentato nel tempo. Ecco, diciamo questa sorta di vocazione è stata una scoperta graduale. Una passione di cui non posso più fare a meno, perché è anche una valvola di sfogo per le mie emozioni che spesso e volentieri si materializzano nelle mie foto manipolazioni.

Il tuo esordio è nel 2007 quando curi la cover del cd “White Lotus On Acheron’ Shores”  per il gruppo musicale Crysalys. Com’è nata questa collaborazione?

Quanto tempo è passato... Sembra quasi sia accaduto in una delle mie vite precedenti! E’ stata la mia primissima esperienza nel campo; ero ancora molto inesperta e insicura (come lo sono tutt’oggi) ma ai tempi sono stata spronata alla grande dal mio ex ragazzo. Mi sono fatta coraggio e ho accettato l’incarico. Conoscevo già la cantante del gruppo, Chiara Malvestiti, una ragazza dolcissima dalla voce magica. E’ stata molto gentile e paziente, coi suoi modi educati non mi ha mai messa a disagio o in soggezione. 
Vedere pubblicato un cd (tra l’altro di un gruppo molto valido, ve lo consiglio!) con il mio piccolo lavoro è stata una soddisfazione immensa! Fortunatamente nessuno si accorse che la modella in copertina beh... era la sottoscritta. Questa è stata la prima e unica volta che ho realizzato una cover per CD. 

E nel 2012 cedi una tua opera per una raccolta di racconti “Caduti” della redazione Nero Caffè. Ricordi ancora le tue emozioni nel vedere edita una tua cover?

E’ stata una grande sorpresa per me, ricevere una richiesta del genere. Tanto più perché questa creazione è stata una tra le mie primissime, ai tempi in cui ancora non sapevo come muovermi per cercare immagini e utilizzavo a sbafo foto del mio ragazzo. L’angelo dell’immagine scelta dalla Nero Cafè è il mio ex. Nota bene: le ali non sono reali ve lo posso assicurare!

L’Aprile del 2012 sarà una data che ricorderai a lungo, è proprio in questi anni che inizia la tua collaborazione con l’autrice Alessandra Paoloni. Una collaborazione che ha tutto il profumo di un’amicizia tra le più vere e sincere. Parlacene.

Eccola la domanda che più temevo. Ogni volta che racconto dell’amicizia e collaborazione con Alessandra mi commuovo. Quando avevo oramai messo una croce sopra sulla parola Amicizia, che per me aveva perso di significato, ecco che spunta lei. E quando avevo oramai messo una croce sopra la mia fantasia e, di conseguenza, avevo abbandonato le foto manipolazioni, ecco che arrivano i suoi libri a far rivivere la passione e la “vocazione”. C’è chi dice “per caso”. Io dico “per destino”. 
La mia prima immagine per lei la creai ancor prima di leggere il suo romanzo. Nell’Aprile 2012, con la pubblicazione de "La Stirpe di Agortos" di cui ho curato la copertina, sono state gettate le solide fondamenta per una collaborazione che dura sino ad oggi e spero per molti anni a venire. Alessandra è la mia migliore amica, la mia Musa. Conosce tutto di me: con lei ho condiviso i momenti più felici della mia vita e mi ha sostenuta in quelli più tristi. E’ stata pazientemente presente anche quando, arrabbiata col mondo, la respingevo. A volte mi chiedo seriamente come possa ancora sopportarmi. Eppure dal 2010 eccoci qua, sorelle fisicamente lontane ma sempre vicine.

E nel novembre 2012 curi le copertine per “La Stirpe Chimerica”, un’antologia di racconti curata dello staff del blog Club Urban Fantasy, e per “La discendente di Tiepole” di Alessandra Paoloni. Raccontaci com’è nata quest’ultima favolosa cover che continua ad attirare e incuriosire tanti lettori.

Oh, "La discendente di Tiepole"! Questa copertina è tra tutte quella a cui sono più affezionata. Non è il mio primo lavoro su commissione, tuttavia credo di dover ringraziare questa cover (e chi l’ha supportata!) se ad oggi i miei lavoretti riscuotono un mediocre successo... Cosa che, lo ammetto, non mi sarei mai aspettata. L’immagine in realtà esisteva ancor prima che Alessandra  decidesse di rivedere il proprio manoscritto per inviarlo alla Casa Editrice. Io la creai senza minimamente immaginare il destino che le era stato riservato. Ricordo che Ale, quando le mostrai la manipolazione, mi disse subito che l’avrebbe vista bene come copertina per il suo romanzo inedito. E quell’esclamazione fu felicemente profetica. 

Da questa fruttuosa amicizia con la Paoloni nasce una collaborazione permanente con la Butterfly Edizioni. Parlaci di questa casa editrice e della sua direttrice Argeta Brozi. Come ti trovi in questa nuova realtà?

Dopo la pubblicazione de "La discendente di Tiepole" con la Butterfly Edizioni, mi è stato proposto da Argeta di unirmi alla sua grande famiglia. Come rifiutare? E’ un grande onore per me definirmi ad oggi una delle grafiche della Butterfly Edizioni. Ammetto che inizialmente la cosa mi spaventò a morte. Non credevo di essere pronta per fare questo grande passo. E a tal proposito, a costo di risultare ripetitiva, è grazie ad Alessandra Paoloni se ho accettato e mi sono messa in gioco. 
Argeta è una persona squisita, educata e gentilissima. E’ sempre un piacere e, lasciatemelo dire, un grande spasso collaborare con lei nella fase di progettazione di una copertina. Sì è instaurato un rapporto di amicizia e fiducia tale che spesso e volentieri ci capiamo al volo e grazie alle sue dritte riusciamo a creare copertine che già dalla prima bozza raccolgono subito il consenso dell’autore.

In men che non si dica piovono tantissime richieste, di autori indipendenti e non, che ti fanno confezionare una copertina più bella dell’altra. Raccontaci come nasce una tua copertina? Quale iter segui nel darla alla luce?

Come nasce? La pazienza è l’ingrediente principale. Dopo aver chiesto dritte dall’autore sulla creazione della copertina, mi metto di buona lena a cercare immagini che possano avvicinarsi il più possibile a ciò che mi è stato richiesto. E’ la fase più sgradevole, che mi costa spesso molto tempo per trovare l’immagine perfetta per le mie esigenze. Non sono molto paziente, dunque potete solo immaginare quali angherie possa subire la mia tastiera quando, dopo ore di ricerca, non riesco a trovare una foto che mi soddisfi. Una volta scelta la tanto agognata foto, arriva la parte più eccitante. Modellarla a mio piacimento. E a quel punto tutto vien da sé.

Ultimamente ti sei dedicata anche a fornire un servizio, espressamente su richiesta, per alcuni blogger concernente alcuni aspetti grafici come sfondi, header e gadget vari. Vuoi lasciare un tuo recapito dove eventuali blogger all’ascolto possano contattarti?

Diciamo che faccio quel che posso... Nel caso qualcuno avesse bisogno anche solo di qualche informazione non esiti a contattarmi alla mia mail personale baldanel@libero.it !





Curi personalmente anche il blog 'Impaled Butterfly' dedicato alla tua arte. Parlacene.

Purtroppo in realtà non ho il tempo materiale per poterlo aggiornare, al momento funge più che altro da vetrina per i lavori svolti finora e quelli in corso d’opera. Spero presto di poter aggiungere qualche post!

E possiedi una pagina Facebook 'Elisabetta Baldan Digital-art'  in cui gli autori e i lettori possono ammirare i tuoi lavori e avanzare eventuali richieste. Che sensazioni provi ad avere una pagina interamente a te dedicata e che sta riscuotendo un notevole successo nel web?

Prima di aprire una pagina dedicata ai miei lavoretti ne è passata di acqua sotto i ponti! Alcuni amici mi hanno spronata a crearla, nonostante io inizialmente non fossi molto propensa a farlo. Sono una persona molto schiva di natura, non amo stare al centro dell’attenzione... non che la mia pagina lo sia! Però anche solo essere guardata da uno sconosciuto mentre attraverso la strada mi mette in soggezione, figuratevi mettere in mostra i miei lavori andando incontro a probabili critiche (com’è in effetti accaduto). Ma si sa, chi si mette in gioco, deve saper accettare non solo i giudizi positivi. 

Recentemente ti sei cimentata anche nel video-maker realizzando un booktrailer per lo spin off de "La discendente di Tiepole" di Alessandra Paoloni. Com’è nata questa iniziativa? Pensi di dedicarti, in futuro, anche alla realizzazione di booktrailer?

E’ stato solo un piccolo sfizio, quello per Alessandra, che volevo levarmi. In passato, quando avevo più tempo a disposizione ed ero tristemente disoccupata, creavo brevi video riguardanti un gioco di ruolo a cui partecipavo. Niente di così eclatante insomma, solo semplicissimi montaggi video e mixaggio di musiche. Se avessi un programma più appropriato piuttosto che il misero movie maker e magari le giornate fossero composte da 48 ore, probabilmente mi dedicherei anche alla realizzazione di video. Cosa che forse accadrà nella mia prossima vita!

video


Questa intervista è già giunta al termine e mi dispiace enormemente. In bocca al lupo per il tuo futuro che sarà senza ombra di dubbio pieno di soddisfazioni. 

Grazie. Grazie infinite per avermi ospitata qui e per il supporto. Vale davvero molto per me. Un grandissimo abbraccio virtuale!

Per chi volesse contattare Elisabetta riporo di seguito i suoi contatti:

PAGINA FACEBOOK:   ELISABETTA BALDAN - DIGITAL ART
BLOG:    IMPALED BUTTERFLY
E-MAILbaldanel@libero.it

Auguro tantissima fortuna a questa splendida ragazza dal cuore grande grande, il tuo è un percorso dorato, ne sono sicura anzi sicurissima, perché l'umiltà e il talento pagano sempre!
Vi lascio con un'immagine di tutti i lavori di Alessandra, vi sfido a trovare una cover che non vi piace e che non vi invogli ad acquistare il libro!






2 commenti:

  1. ♥ Grazie mille per avermi concesso questo piccolo spazio nel tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho fatto con estremo piacere, ti adoro e tu lo sai e soprattutto TE LO MERITI! <3

      Elimina