lunedì 5 agosto 2013

INTERVISTA A ISABELLA VERDUCI


Ciao Isabella, benvenuta nel mio blog. Raccontaci qualcosa di te.
Ciao! Grazie a te per l'invito!
Sono una 'ragazza' di 43 anni, scrivo da sempre, per passione e bisogno di esprimere ciò che sento e vedo su carta...Sono mamma di un bimbo, Emanuele, al quale ho dedicato il libro e molte poesie...Sono una persona solare, socievole ed amo condividere con i miei cari esperienze che possono arricchirmi ed insegnarmi qualcosa.


Un diploma di maestra elementare e la grande passione per il mondo dei bambini. Com’è stato il tuo primo approccio alla penna?
Ho scritto il mio primo racconto breve all'età di undici anni...la mia prima poesia a dodici, si intitolava 'Foglie', ricordo che l'ho composta seduta vicino alla riva di un fiume con accanto la mia amica di sempre, Cristina...e poi filastrocche, canzoni, racconti, storie da rappresentare su un palco...e tante, tante poesie... Ho sempre amato scrivere e descrivere.

Hai un’altra passione: la fotografia, che ami accostare alle poesie. Parlacene.
Anche la passione per la fotografia è nata durante l'infanzia: ancora oggi, nella borsa ho sempre la digitale ed un notes per scrivere pensieri, due oggetti che non devono mai mancare quando esco di casa. Ho partecipato ad alcuni concorsi ottenendo discreti successi: l'ultima esposizione fotografica è avvenuta a Rapallo.

A giugno, come ci hai anticipato, hai partecipato a un evento indetto a Chiavari: ‘Mostra di disegni dipinti e poesie’ in cui le poesie facevano da supporto ai quadri appesi. Nel tuo caso erano creazioni di Kathia Licciardi, autrice dell'immagine di copertina della tua silloge. Cosa ricordi di quest’esperienza?
E' stata una bellissima esperienza che sarebbe dovuta durare una decina di giorni ed invece è stata prolungata a due settimane. Un successo!
A noi si è unita un'altra pittrice, Argene Lori. L'idea di coniugare queste due forme d'arte è nata più di un anno fa: la mia amica Kathia, che conosco dai tempi della scuola, mi propose di 'dare voce' alle sue tele con le mie parole. Lei dipingeva, io osservavo il quadro e nasceva una poesia, ciò che io vedevo, lo esprimevo in versi. Tutto ciò è diventato un evento annuale, una mostra che esponiamo appena è possibile con molto piacere.
In quel periodo ho potuto conoscere tanti tipi di...umanità: ogni giorno alla mostra arrivavano persone diverse, per cultura, età ed ognuno mi raccontava un po' di sé...c'era un clima molto famigliare...il visitatore più giovane è stato Diego, ancora nella pancia della sua mamma e la presenza meno giovane, una pimpante signora di 103 anni! Ho incontrato amici che non vedevo da anni, conosciuto persone veramente speciali... Ho raccolto firme e pensieri in un quadernone che sarà per sempre testimone di questa bella esperienza. E poi la mia famiglia, i miei amici...è stato bello stare tutti insieme circondati da dipinti e poesie...Ringrazio tutti per la presenza e l'appoggio.
Sono contenta che mio figlio abbia potuto assistere ogni giorno alla mostra e condividere con me questo momento della vita...CONDIVIDERE...un verbo essenziale per me...

Ad agosto, invece, parteciperai a un evento importante a Calvari, in provincia di Genova: l'Expo Fontanabuona
Raccontaci di quest’ iniziativa.

 
A Calvari si svolge ogni anno la Fiera campionaria del levante ligure. E' un importante mostra d'artigianato, commercio, gastronomia, produzioni locali e comprende anche visite guidate al territorio, mostre, convegni, iniziative sportive, culturali. Si svolge dal 24 agosto al 1° settembre. Ente promotore, la provincia di Genova.
Ogni anno si presentano a questa manifestazione migliaia di persone per visitare gli oltre cento espositori nei tremila metri quadrati di stands. Qualche anno fa, la mostra è stata insignita della medaglia d'oro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
E proprio qui, il 31 agosto, presenterò il mio libro di poesie "Petali di parole".

 Curi personalmente in qualità di redattrice la rivista online 'Volodeisensi'. Conosciamo più da vicino questa tua attività.

Ho conosciuto Emanuela Arlotta, creatrice di 'Volodeisensi' e scrittrice, grazie alla mia editrice Laura Capone e, tra una chiacchiera e l'altra, è nata un'empatia. Pur non conoscendomi di persona, Emanuela mi ha dato fiducia e mi ha chiesto di diventare redattrice del Magazine. E' stata un'ottima idea, perchè non soltanto ricambio la stima e sono contenta di scrivere per una rivista che parla d'arte in tutte le sue sfaccettature, ma ho conosciuto persone molto vicine al mio modo di vedere e rispettose del pensiero altrui: Emanuela mi lascia libera di esprimermi ed ogni mese scrivo un articolo su ciò che mi colpisce o penso possa interessare il pubblico che legge. Mi piace 'scovare' qualche talento e dargli voce sulle pagine di 'Volodeisensi'. Nell'ultimo numero ho scritto pure un racconto, "Luna setosa".
E' piacevole confrontarsi con persone semplici, entusiaste del proprio lavoro ed altruiste, Emanuela in primis ed anche una scrittrice che fa parte di questa 'famiglia' online, Cristina Rotoloni e la mia editrice che cura una rubrica editoriale, Laura Capone (Laura Capone Editore). Mi auguro che presto questo Magazine possa diventare cartaceo...se lo merita!

Il tuo primo edito “Petali di parole” sta riscuotendo un buon successo. Ha ottenuto il patrocinio del Comune di Chiavari ed è apparso in riviste locali e nazionali. Di cosa si tratta?

E' la mia...creatura. Nel senso che parla molto di me, della mia vita, degli incontri, delle esperienze, del mio vissuto.
"Petali di parole" è una silloge poetica di poco più di cento pagine in cui ho eseguito una cernita di trent'anni di poesie tenute chiuse in un cassetto. Mi sono decisa a pubblicarle incitata dai miei cari e da chi le apprezzava...per me non è stato facile 'mettermi a nudo'...la poesia è qualcosa di molto intimo: nel libro scrivo che 'denuda, scarnifica, esprime palesemente la propria vulnerabilità' '.
Ringrazio le persone che mi vogliono bene che mi hanno spronato a pubblicare questa raccolta , la mia editrice insieme alla LCE che ha creduto in me continuando a darmi fiducia ed appoggio.
Sono contenta del riconoscimento avuto dal Comune della mia città e delle attenzioni delle riviste locali e nazionali (il 'Secolo XIX', il giornale della Liguria e 'Confidenze' il settimanale della Mondadori) che hanno avuto per la  mia silloge.





Quali temi affronti all’interno della raccolta?

 
E' una raccolta che parla di maternità, di amori vissuti con passione, della mia terra, di mare, di sole e vento...ci sono poesie dedicate alle mie amiche, alla mia famiglia, a mio marito, tante scritte per il mio bimbo.
E' un libro accessibile a tutti: i più piccoli potranno leggere la poesia sul "Sonno" o sulla "Schiuma", le mamme leggeranno filastrocche o ninne nanne come "Ventagli biondi" ai propri bambini... tante donne si ritroveranno in passioni contrastanti o ricambiate...( ma pure gli uomini!) Inoltre, ci sono i versi dedicati ai dipinti della mia amica Kathia...alle mostre si diverte a far indovinare ai visitatori quale titolo si abbina ai quadri presenti all'evento...
Il complimento più grande che mi regala chi legge il libro è quello di sfogliare una raccolta che dà molta emozione, in cui ci si ritrova...infatti, spero sempre che ognuno si affezioni ad una poesia e la porti con sé, nei propri pensieri...per chi mi conosce, è un altro modo per tenermi vicina, sempre.


Dove trovi l’ispirazione per le tue poesie?

"Il lancio" è stata scritta in spiaggia, mentre osservavo il muoversi dei lembi di un ombrellone. Mi piace scrivere ciò che colpisce la mia attenzione... è un po' come fotografare...In fondo per esprimermi uso l'obiettivo come la penna...sì, perchè io scrivo di getto ed uso l'inchiostro e la carta prima di trascrivere il tutto sul computer!Una poesia può nascere da un dettaglio.

 
Hai qualche progetto di cui vuoi metterci a parte?

A luglio non ho organizzato presentazioni come è accaduto nei mesi precedenti, perchè mi sono dedicata alla continuazione di un romanzo che spero presto veda la luce ed ho organizzato gli eventi che si svolgeranno da agosto in poi: dopo l'Expò, un'altra collaborazione con l'associazione 'TI sposto le nuvole' a settembre con la quale mi sono trovata molto bene ed a giugno ho partecipato ad una mostra nel cuore di Genova ('Semplicemente donna') ; si replicherà un nuovo progetto tra un paio di mesi grazie
all'incontro con la creatrice dell'evento Alessandra Olcese.
Presto altre presentazioni nelle città vicine a Chiavari e spero...nelle regioni attigue


E’ stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo.

 
Grazie di cuore a te per l'attenzione e per avermi ospitato...penso che il piacere sia di chiunque appaia sul tuo blog perchè ci permetti di parlare di noi, delle nostre passioni...Buon lavoro!

Per seguire Isabella    PETALI DI PAROLE










7 commenti:

  1. Quale fratello, mi ritengo onorato di aver preso parte alle prime presentazioni come moderatore e sono felice del successo di Isa che ha un dono impagabile : lo slancio della sincerità e la destinazione alla sensibilità. Lei nella parola scritta ha trovato la grande bellezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai usato parole splendide per descrivere Isabella e la sua arte. Complimenti e faccio nuovamente un grande in bocca al lupo a lei! :)

      Elimina
    2. Grazie, che belle parole...lo so che è mio fratello, ma grazie anche a lui se ho deciso di 'aprirmi' al mondo e quando ci sono le presentazioni del libro, con lui condivido un'ennesima esperienza insieme che mi rende fiera di essere sua sorella..
      Grazie anche a te, Linda!

      Elimina
    3. Sei fortunata ad avere un fratello così Isabella, grazie a voi per questo bell'esempio di amore fraterno perché i sogni dopotutto possono uscire dal cassetto quando ad alimentarli c'è passione e amore :)

      Elimina
  2. Grazie per l'incitamento...
    per la presenza costante anche se abiti lontano, fratellone...
    Isa

    RispondiElimina
  3. kathia licciardi6 agosto 2013 15:08

    anche in un'intervista riesci ad esprimere cio che sei..come nelle poesie...brava mia piccola-grande Isa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per l'appoggio e la presenza nella mia vita!

      Elimina